Internet compie 30 anni: festa in tutt’Italia. Concorso per le scuole, in palio 5mila euro

Buon compleanno Internet! Giorno 29 Aprile l’Italia festeggia il 30° anniversario della prima connessione in Rete e i veri protagonisti dell’evento saranno le scuole statali di ogni ordine e grado, chiamate dal Miur a partecipare a diversi eventi creati per l’Internet Day e al concorso #internetdayatschool.

ECCO LA MAPPA DI TUTTI GLI EVENTI

In pratica le scuole potranno organizzare degli eventi dedicati esclusivamente alla giornata e segnalarli sul sito Italian Internet Day. Inoltre potranno partecipare al concorso #internetdayatschool, lanciato proprio in occasione dell’anniversario. Le prime 3 scuole classificate, che documenteranno la giornata attraverso un videoclip, della durata massima di 180 secondi, riceveranno un premio di 5.000 euro da destinare alla realizzazione di un Internet Corner in uno spazio comune della propria scuola o al pagamento del canone per la connessione a internet per un anno.

Chi può partecipare al concorso #internetdayatschool?

Possono partecipare al concorso tutte le singole istituzioni scolastiche ed educative statali di ogni ordine e grado, che aderiscono all’Italian Internet Day.

Come partecipare al concorso #internetdayatschool? 

PASSO N. 1 Partecipare è molto semplice: basta registrare online il proprio evento collegandosi → qui

⇒LEGGI IL REGOLAMENTO

PASSO N.2 Le scuole che aderiscono all’ Internet Day, una volta iscritte al portale, possono partecipare anche al concorso #internetdayatschool.

Cosa fare?

Le scuole dovranno sviluppare un progetto a scelta tra  tante attività che il Ministero dell’Istruzione ha messo a disposizione in un “Kit“, formato da 6 schede.

Ecco le proposte del Miur per la celebrazione dell’Internet Day:

SCHEDA 1 – TED 

Lo scopo di questa scheda è quello di far cimentare gli studenti nella creazione di un Talk in stile TED , su un tema che più li appassiona: scienze, matematica, musica, arte, pensiero critico, idee imprenditoriali, tecnologia,  sostenibilità, informatica oppure una categoria libera.

• •Ecco dove trovare il materiale di supporto: il docente referente potrà collegarsi al sito Tedx youth Bologna e scaricare il tutorial, ideato ad hoc per la giornata. I docenti, inoltre, potranno servirsi di tutto il materiale didattico messo a disposizione e di oltre 1.500 video TED sottotitolati in italiano, scaricabili dal sito ted.com.

Si consiglia, vista la durata del Talk di 2 minuti, di prevedere Talk singoli o in piccoli gruppi di studenti, presentati da un singolo rappresentante.

A seguito della fase di documentazione e preparazione da parte degli studenti, la classe si trasformerà in un piccolo auditorium Ted e ogni Talk potrà essere ripreso anche tramite un semplice smartphone ed inviato a questo > sito.

IMPORTANTE: I video raccolti potranno essere utilizzati in seguito, modificati e migliorati, anche dopo la partecipazione al “Corso TED-Ed Club”, ai fini della partecipazione al Concorso nazionale TedxYouth@Bologna che offrirà la possibilità agli 11 finalisti nazionali di partecipare all’evento TED che si svolgerà il 12 novembre a Bologna.

SCHEDA 2 – GENERAZIONI CONNESSE – IL VIDEO CONTEST

A questa scheda potranno partecipare tutte le scuole secondarie di secondo grado che insieme agli studenti della @RedazioneJunior di “IoStudio – La Carta dello Studente” potranno essere coinvolti nella realizzazione di video contest per raccontare come è cambiata la vita dello studente con l’avvento di internet: “Dal Floppy al Cloud, dall’Enciclopedia alla Rete”. Il 29 aprile sarà decretato il video vincitore. Il video-contest vincitore sarà pubblicato sul sito Italian internet day.

SCHEDA 3 – GENERAZIONI CONNESSE – I LABORATORI

Dal 26 al 29 aprile le scuole primarie e secondarie di primo grado, anche con la collaborazione degli animatori digitali, potranno organizzare incontri e/o laboratori. Gli studenti dovranno prendere spunto dalla campagna di Generazioni Connesse dei Super Errori. Lo scopo della scheda è quello di insegnare agli studenti a conoscere quali sono gli errori più frequenti commessi sulla Rete e ad imparare a difendersi.

                               SCHEDA 4 – INTERNETOPOLI                                                             

Festeggiamo i 30 anni di Rete in Italia con Internetopoli, il gioco didattico multimediale che costituisce uno strumento didattico che i docenti possono usare per spiegare ai bambini e ai ragazzi le tematiche più importanti legate al mondo di Internet, attraverso un gioco. Il gioco ha otto livelli e dura 4 ore.

SCHEDA 5 – PROGRAMMA IL FUTURO

Programma il Futuro invita le Scuole ad accedere alla piattaforma, dove sono presentate le tecnologie alla base di Internet e dove sono proposte alcune attività di programmazione per sperimentare oggi cosa significa programmare la Rete di domani.

SCHEDA 6 – I NOSTRI DIRITTI IN INTERNET

La scheda consiste in un laboratorio con gli studenti sul tema “I nostri diritti in Internet”. Partendo da alcune parole chiave: spazio, diritti, accesso, cultura, uguaglianza, privacy, identità, anonimato, oblio, cittadinanza, sicurezza, democrazia. I ragazzi, in questo caso, dovranno affrontare i temi essenziali per la loro formazione di cittadini digitali. Farà da bussola nel percorso la Dichiarazione dei diritti in Internet, approvata dalla Commissione per i diritti e doveri relativi a Internet.

→Cliccando qui troverete una cartella con tutte le informazioni utili sull’attività.

Il kit inoltre contiene i passaggi precisi da eseguire e la durata di ogni scheda.

Regolamento Miur Internet day

Per maggiori informazioni: è possibile contattare il responsabile del procedimento, il prof.

Daniele Barca, dirigente dell’Ufficio VI – Innovazione digitale della Direzione generale per interventi in materia di edilizia scolastica, per la gestione dei fondi strutturali per l’istruzione e per l’innovazione digitale; indirizzo e-mail: innovazionedigitale@istruzione.it; telefono: 06-5849.2778-2632.

Ad ogni modo ,“Tutti- si legge nel sito– possono promuovere o organizzare un evento su Internet quel giorno. Possono farlo le scuole, le imprese, le associazioni, i privati cittadini. Per farlo basta registrarsi qui e inserire tutti i dati relativi all’evento che, una volta approvato, apparirà sulla mappa”.

Il 29 aprile, durante l’Internet Day, sono previste una serie d’iniziative in tutta Italia e il Ministero dell’Istruzione oltre ad approfondire il ruolo di Internet nella società pone l’attenzione al valore formativo ed educativo, alle sue potenzialità e alla necessità di un suo uso consapevole della Rete. Le iniziative rientrano nel Piano Nazionale per la Scuola Digitale e prevedono il coinvolgimento diretto degli animatori digitali, i referenti scolastici per l’innovazione.

Clicca mi piace nella pagina Facebook del sito intreccio.eu

Condividi anche su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *