Coding: corso online gratis per tutti gli insegnanti, riconosciuto dall’Università di Urbino

coding

24 gennaio AGGIORNAMENTI 

Al via il corso coding online sul pensiero computazionale, gratuito, rivolto a tutti gli insegnanti di ogni ordine e grado, anche senza alcun requisito in termini di preparazione informatica o di attrezzature in aula. Il corso è certificato dall’Open Badge e riconosciuto dall’Università di Urbino.

Il corso, strutturato in sei lezioni, avrà inizio il 25 gennaio per terminare il 18 aprile e sarà trasmesso in diretta o in differita attraverso la piattaforma MOOC europea EMMA. Lo scopo è quello d’introdurre il pensiero computazionale attraverso il coding nelle proprie classi e non solo.

Cosa significa coding?

Per Coding si intende, in informatica, la stesura di un programma, cioè la sequenza di una serie di istruzioni eseguite da un calcolatore.

Cos’è il pensiero computazionale?

“Il pensiero computazionale è un processo mentale per la risoluzione di problemi, costituito dalla combinazione di metodi caratteristici e di strumenti intellettuali”

Guardare per capire

Il pensiero computazionale è in pratica la capacità di immaginare e descrivere un procedimento costruttivo che porti ad una soluzione applicabile. “Come imparare a parlare- si legge nel sito- ci aiuta a formulare pensieri complessi, così il pensiero computazionale ci offre strumenti ulteriori a supporto della fantasia e della creatività”.

Clicca qui per registrarti al corso

“Il corso– spiega Alessandro Bogliolo, docente-  intende fornire conoscenze teoriche che prima o poi risultino utili in classe, ma aiutare gli insegnanti ad introdurre il pensiero computazionale nelle rispettive classi adesso, già durante il corso”.

Durante le lezioni è prevista la creazione di gruppi di lavoro tra diversi insegnanti, che potranno scambiarsi idee, consigli e valutarsi reciprocamente. Ciascun docente inoltre deciderà come e in che misura coinvolgere la propria classe. Al termine del corso gli insegnanti e i loro alunni sicuramente avranno acquisito in modo pratico e diretto gli elementi base del pensiero computazionale e saranno in grado di applicarlo agli ambiti disciplinari di loro interesse.

Ecco la struttura del corso:

  • Lezione 1 – Presentazione del corso e del metodo 25/01/2016
  • Lezione 2 – Il linguaggio delle cose 27/01/2016
  • Lezione 3 – L’ora di codice e il labirinto 01/02/2016
  • Lezione 4 – Il corso introduttivo di Code.org 08/02/2016
  • Lezione 5 – Creare e condividere con Scratch 03/04/2016
  • Lezione 6 – Il pensiero computazionale in pratica 18/04/2016

coding

Sulla piattaforma sarà creata una comunità di apprendimento fatta esclusivamente da insegnanti, ciascuno con la propria classe. “Starà a me- afferma Bogliolo- certificare i vostri progressi, mentre voi certificherete quelli dei vostri alunni”. Al termine del MOOC tanto gli insegnanti quanto gli alunni avranno acquisito competenze certificate per le quali alcuni atenei italiani, tra i quali l’Università di Urbino, riconoscono un credito formativo universitario.

“Durante il corso- conclude il docente- avrete modo di condividere con i colleghi e con me l’impostazione delle attività nelle vostre classi e creeremo dei gruppi di valutazione tra pari, all’interno dei quali ciascuno di voi giudicherà l’impostazione proposta dagli altri”.

Tra gli obiettivi didattici: introdurre in modo intuitivo e ludico i concetti base della programmazione per sviluppare il pensiero computazionale.

In particolare, il corso introdurrà i seguenti concetti:

  • oggetti programmabili
  • algoritmo
  • programmazione visuale a blocchi
  • esecuzione di sequenze di istruzioni elementari
  • esecuzione ripetuta di istruzioni
  • esecuzione condizionata di istruzioni
  • definizione e uso di procedure
  • definizione e uso di variabili e parametri
  • verifica e correzione del codice
  • riuso del codice
  • programma

Coding in your classroom, now. Presentazione

Intanto è ufficiale il successo dell’edizione CodeWeek 2015. I partecipanti sono stati molti più di mezzo milione, quasi 4 volte di più della scorsa edizione e l’Italia è nettamente prima, con quasi un terzo degli eventi organizzati in tutto il mondo. In testa alla classifica dei paesi più attivi troviamo l’Italia (con 2.369 eventi) e la Polonia (2.064 eventi), seguite da Spagna (509), Grecia (305) e Irlanda (236).

Clicca mi piace  pagina Facebook 

60 pensieri su “Coding: corso online gratis per tutti gli insegnanti, riconosciuto dall’Università di Urbino

  1. Penso che questi corsi on line possono essere veramente efficaci ed efficienti, perchè si possono seguire in diretta o in differita. A proposito l’incontro del 25 c.m. a che ora sarà?

  2. Se sono impegnata nell’ora in cui si svolge la lezione, posso recuperare guardando la lezione successivamente?
    Sto seguendo un corso online di 1500 ore( 60CFU); posso seguire anche questo corso (soprattutto perchè la mia scuola ha aderito all’ora del codice e non sapevo neanche cosa fosse) oppure non mi è possibile seguire contemporanemante due corsi?

  3. Buongiorno,
    sono un’insegnante détachée che lavora nella “Scuola Europea Luxembourg II” e mi chiamo Alessandra Nicotra ed insegno in una prima classe.

    Sono interessata ad iscrivermi, ma non so cosa comporti questo per la scuola.
    Devo comunicarlo al dirigente?
    Ho bisogni di particolari autorizzazioni?

    Vi ringrazio per l’opportunità e vi auguro una serena giornata.

    Alessandra Nicotra

  4. Sono interessata al corso ma, insegnando in una scuola a tempo pieno, avrei bisogno di assistere alle lezioni in orario serale.

  5. Salve, volevo un po’ di informazioni sull0’organizzazione del corso: in che modo i colleghi dovrebbero essere coinvolti in attività di gruppo e anche la classe in cui insegno; quante ore al giorno e per quanti giorni a settimana sarei impegnata a seguire il corso, alla fine rilasciate un attestato? Grazie.

  6. Buon giorno,
    insegno nella scuola primaria e anch’io sono interessata al corso.
    Vorrei gentilmente avere informazioni circa la durata di ogni singola lezione. Grazie.

    Cordiali saluti, Anna Maria Tafuro

  7. Ma se mi iscrivo a questo corso, mi verrà riconosciuto con un punteggio o resta esclusivamente un personale bagaglio culturale?
    grazie

  8. Ma quando si parla di “alunni” significa che dobbiamo inserire qualche nostro alunno realmente o si tratta di alunni “virtuali” ?

  9. Buongiorno, insegno in un triennio di scuola superiore. Non so so se potrò svolgere le attività nelle mie classi attuali. Posso comunque seguire il corso?
    Grazie

  10. Buongiorno, io insegno italiano L2 a studenti stranieri, adulti, con medio/alto livello di istruzione nei loro paesi, ma con conoscenze della lingua italiana molto ridotte.
    E’possibile, anche per me, frequentare il corso? Penso, soprattutto, al coinvolgimento attivo dei miei ragazzi e delle mie ragazze.
    Grazie

  11. Sono insegnante di prima primaria. Vorrei sapere se il corso è adatto anche alla fascia d’età dei miei allievi. Grazie.

  12. Salve sono un’insegnante queste ore di corso valgono come ore di aggiornamento?
    A che ora si svolgerà la lezione in differita? dove posso accedere al corso?

  13. buongiorno, sto cercando di guardare la prima lezione ma il link che avete inviato via mail non funziona e su questo sito non trovo come accedere alla piattaforma

  14. la piattaforma va sempre in errore. Non si riesce ad entrare ed anche entrata non si riesce a svolgere il compito assegnato. Ieri eravamo troppi e la diretta con EMMA non funzionava. Oggi non si riesce ad accedere al compito e domani scade la consegna….. Spero che ciò non pregiudichi la frequenza del corso. Peccato!

  15. Mi sono iscritta ho seguito la prima lezione registrata, sono insegnante di scuola Primaria, ma non potrò coinvolgere gli alunni, in quanto non abbiamo internet a scuola. Quindi come devo fare?

  16. Buongiorno vorrei seguire il corso sul coding ma non sono riuscita a registrarmi in tempo. Ho ancora la possibilità di farlo recuperando le tre lezioni perse?
    grazie.

  17. Buongiorno. Ho trovato ora il sito e l’opportunità del corso. Docente di scuola primaria, con qualifica biennale di progettista di software di sistema post diploma ed esperienza professionale nel campo di lavoro dell’informatica. Potrei ancora iscrivermi? cordialmente Gabriella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *