Una canzone per il bullo: “Sei così fragile tanto da uccidere”

bullo

bullo

Voce graffiante e ambientazione oscura. Sono questi gli elementi che caratterizzano “Fragile”, la canzone che parla di bullismo e che stravolge ogni punto di vista. Il protagonista del brano è il bullo, descritto come un debole.

A differenza dell’immaginario collettivo, infatti, dove il bullo è forte ed è accompagnato nelle sue bravate da un branco che lo sostiene, nella canzone “Fragile” è invece solo e affoga i propri dolori nell’alcol.

Ed è proprio l’identikit del bullo, fuori dagli schemi, ad essere il leitmotiv della canzone del cantautore romano Davide Mottola, tratta dall’album La Rivoluzione dell’onestà. Il brano comincia con una scena di violenza  voluta da Guido Tognetti, l’autore del testo, direttore artistico, tra l’altro, di Claudio Baglioni, che ha voluto configurare il fenomeno del bullismo come un vero e proprio crimine. Mottola ha voluto dunque immaginare l’azione violenta di un bullo come la produzione di un vero e proprio delitto.

Nel brano il bullo è descritto come  “un’anima persa”, ma s’intuisce al tempo stesso che il protagonista abbia avuto un’infanzia serena, “un’anima bianca” che poi è “sparita”, trasformandosi in un essere dal “volto invisibile” che “non vive”. Nel testo inoltre si scorge il cambiamento di un uomo che si chiude nella propria sofferenza e che estremizza questa solitudine attraverso la violenza.

Il concetto viene racchiuso con prepotenza e maestria dal cantautore nella frase “Giù botte per non pensare”.

Davide Mottola inoltre nel ritornello della canzone chiede al bullo “Chi sei tu?” come a volerlo portare ad una riflessione personale e ad un ragionamento sociale. La canzone assume un grande significato sin dalle prime note e le parole incalzano con un ritmo che trasporta l’ascoltatore.

“Fragile” rappresenta dunque una visione inedita del fenomeno del bullismo e rivoluziona le parti tra il bullo stesso e la vittima

Clicca qui per ascoltare la canzone 

Note sull’autore – Dopo aver maturato numerose ed importanti esperienze umane ed artistiche, il cantautore Davide Mottola realizza il suo primo LP. Il 9 luglio del 2018, difatti, è uscito l’album La Rivoluzione dell’onestà. Il progetto discografico è caratterizzato dalla realizzazione di dieci brani che rappresentano il principale percorso artistico fin qui sviluppato. Davide abbraccia vasti campi di incontro, adotta linguaggi, espressioni vocali e sonore differenti, riuscendo a realizzare connubi sinceri e coerenti. Alterna momenti profondamente cantautorali ad incursioni pop, rivestendo ogni canzone di sane contaminazioni. Davide racconta vicende umane, storie di amori, percorsi autobiografici, sentieri personali nei quali ogni ascoltatore può ritrovare una parte di sé, vissuti di grandi passioni e di riferimenti artistici, come Massimo Troisi.  Rivolge il suo sguardo alla società, tocca temi sensibili, come il bullismo, l’alcolismo e soprattutto la necessità di un ritorno all’onestà, nei comportamenti e negli atteggiamenti di ognuno di noi.

CLICCA MI PIACE NELLA PAGINA FACEBOOK D’INTRECCIO.EU

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *