A 11 anni con la patente, succede in Piemonte. Ferrara: “Iniziativa da estendere in tutt’Italia”

patente

Bambini di 11 anni riescono ad ottenere la patente, succede in Piemonte. Ma attenzione però, perchè non si tratta del famoso documento per guidare l’automobile ma di una patente speciale per utilizzare lo smartphone.

I protagonisti dell’iniziativa sono gli studenti delle classi prime della scuola secondaria di primo grado della provincia del Verbano Cusio Ossola che hanno partecipato al progetto pilota, ideato per la prevenzione e il contrasto del fenomeno del cyberbullismo. La consegna avverrà online, Lunedì 27 aprile, alla presenza del ministro dell’Istruzione, Lucia Azzolina.

La patente, finalizzata all’uso consapevole dello smartphone, trova il suo fondamento nella legge 71/2017 “Disposizioni a tutela dei minori per la prevenzione ed il contrasto del fenomeno del cyberbullismo” ed è uno degli strumenti previsti dalla Legge Regione Piemonte 2/2018 sul cyberbullismo.  

social
Elena Ferrara

A spiegare come funziona il progetto è Elena Ferrara (nella foto), madre della legge nazionale sul cyberbullismo e promotrice dell’iniziativa “Patentino da smartphone”, giunta alla terza edizione.

“Gli studenti – afferma l’ex senatrice Ferrara- prima di conseguire la patente seguono un corso, in classe insieme all’insegnante, sui rischi legati ad un uso scorretto dei dispositivi e della Rete e su cosa possono e non possono fare alla loro età online. La patente prevede, inoltre, la stipula di un patto con i genitori, che possono anche ritirare la patente e dunque lo smartphone”.

Il progetto rientra nell’ambito delle proposte sulla prevenzione del cyberbullismo dell’Ufficio Scolastico del VCO, ambito Territoriale del Verbano-Cusio-Ossola, in collaborazione con la Polizia di Stato, l’Asl VCO e delle associazioni territoriali.

“L’iniziativa – conclude Elena Ferrara- è da estendere in tutt’Italia, attraverso questo stesso modello già sperimentato, e presto mi attiverò per la riuscita. Il mio impegno contro il fenomeno del cyberbullismo continua, dunque, oltre l’approvazione della legge nazionale 71/17″.

La patente verrà consegnata a sei alunni dell’Istituto Comprensivo Bagnolini di Villadossola, insieme con i loro genitori, in rappresentanza di tutti gli studenti della provincia del VCO e dei ragazzi delle scuole della regione Piemonte, dov’è stato già attivato il progetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *