Cyberbullismo, Ilaria: “L’indifferenza è la cosa peggiore”. Bisogna “abbattere le barriere mentali”

cyberbullismo

cyberbullismo

Il cyberbullismo raccontato da chi ogni giorno lo vive non è una ragazzata. E non è neanche una cosa che spento il computer o lo smartphone non ci pensi più. Piuttosto il cyberbullismo diventa un malessere.

A raccontare la sua esperienza e cosa vuol dire essere vittime di cyberbullismo è Ilaria Bidini, attaccata più volte a causa dell’aspetto fisico, su Facebook e altri social, perchè nata con Osteogenesi Imperfetta. Nonostante i pesanti attacchi di cyberbullismo la 31enne non si lascia abbattere e trova l’energia non solo per reagire ai cyberbulli ma anche per aiutare quanti si trovano nella sua stessa condizione.

llaria tu sei un tipo molto social condividi le tue giornate e pubblichi molti video che ti raccontano. Eppure i social sono anche quel “luogo” dove vieni attaccata. Qual è la tua forza?

Non ti nascondo che non è stato facile fare quel video dove leggo gli insulti (vedi alla fine della pagina), ma sai.. quando si vivono tante esperienze (soprattutto brutte) nella vita è difficile che qualcosa riesca a scandalizzarti. Gli insulti mi hanno fatto star male lo ammetto; in particolare modo quelli riguardanti la mia famiglia e il mio fidanzato Federico ma in un certo senso ci sono abituata. Ho cercato di mettere in pratica gli insegnamenti del corso di “Improvvisazione teatrale” e dare un tono ironico alla cosa, per quanto possibile. La mia forza è sia data dalle esperienze di vita, che hanno contribuito a costruirmi il carattere che ho oggi, sia grazie alle persone che mi vogliono bene, in particolare il mio ragazzo e i miei amici e sostenitori del web.

E cos’è che ti spinge ad essere così solare

Ho sempre avuto tanta voglia di vivere e fare esperienze, di qualsiasi tipo, belle o brutte che siano (certo preferisco quelle belle), mi piace vivere a 360° gradi. Al massimo… come diceva Vasco Rossi!!

Sono più le offese o l’indifferenza degli osservatori a ferirti?

Le offese mi feriscono.. in particolari quelle che non riguardano me, una che mi ha fatto stare particolarmente male è stata quella riguardante la mia mamma che purtroppo ho perso pochi mesi fa. L’indifferenza però è la cosa peggiore, perché se si è indifferenti ai problemi riguardanti la “diversità” le cose non cambieranno mai

Ultimamente sei stata nominata cavaliere dal presidente Mattarella per il tuo impegno contro il bullismo.

Ti senti maggiormente responsabile nel rappresentare un ruolo così importante, portavoce di un messaggio altrettanto importante?

E’ stato davvero emozionante ricevere questa notizia, non me lo aspettavo assolutamente. E’ stata una cosa improvvisa, pensa che l’ho saputo dai giornalisti!! E pensa che per un mese non ho fatto granché per via di un infortunio da cui mi sto riprendendo ed è successo tutto all’improvviso. Mi sono emozionata tantissimo e sono felice perché è come un ringraziamento per l’impegno che ho messo e che sto mettendo nel combattere le barriere mentali di ogni tipo (pregiudizi, stereotipi e quant’altro) e quando andrò al quirinale, assieme alla mia dolce metà, il mio sarà un SI, esclamato con forza (sempre se non mi emoziono troppo!) e un impegno che prenderò nel combattere in modo ancora più determinato questa battaglia che è la battaglia di tutti coloro che subiscono certi soprusi.

CLICCA MI PIACE NELLA PAGINA FACEBOOK D’INTRECCIO.EU 

Quali progetti futuri?

bullismo

Mi hanno chiamato in molte scuole per presenziare a delle conferenze e a degli incontri sul Cyberbullismo e il Bullismo e credo proprio che non appena mi riprendo ci andrò con piacere. Al momento ho avuto molte chiamate di trasmissioni e riviste varie. Per quanto riguarda progetti futuri, spero di andare a stare presto con il mio fidanzato (nella foto), per il resto… si vedrà!

Quale messaggio lanci ai ragazzi o alle ragazze vittima di bullismo o cyberbullismo?

Ai ragazzi e ragazze vittime di questi soprusi ci tengo a dire che non devono assolutamente credere a ciò che viene loro detto, ma che devono cercare di costruirsi una propria autostima. Questo è molto importante. Noi siamo molto di più di ciò che vogliono farci credere, siamo persone che hanno tante qualità. Quante volte ci sono delle ragazze che non hanno fiducia in se stesse e prendono come modello di vita una persona della tv? E magari iniziano a fare diete su diete pur di assomigliare a lei? Ci sono molti casi del genere. Il miglior insegnante ricordatevi è la vita stessa, che con le esperienze che ti può fare contribuisce a rendervi gli uomini e le donne che diventerete. Poi vorrei dir loro di denunciare subito alla polizia postale (in caso di cyberbullismo), o andare dalla polizia o dai carabinieri per quanto riguarda le cose più gravi.

Secondo me il silenzio non è la risposta, anzi cercate di aprirvi e di circondarvi di persone che vi vogliono bene.

E cosa dici invece ai cyberbulli?

Ai bulli invece vorrei dire che tutto questo odio non fa di voi delle persone migliori…anzi! E che non risolvete niente. Se attaccate una persona perché la vostra è una vita insoddisfacente o infelice fate qualcosa per cambiarla invece di sputare veleno sugli altri.

Guarda il video

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *