Adescamento online, aumentano le denunce. Ecco i consigli della Polizia Postale

adescamento

Cresce in Italia il numero delle persone denunciate con l’accusa di adescamento online e scatta il monito della Polizia Postale: “non lasciate soli i figli a navigare”.

In questi giorni, costretti in casa a causa dell’emergenza sanitaria legata al Corona Virus, i ragazzi sono in casa e spesso lasciati soli a navigare anche tutto il giorno. A diffondere una nota è la Polizia Postale dove si legge: “ Negli ultimi giorni gli Uffici territoriali della Polizia Postale e delle Comunicazioni hanno segnalato un aumento delle persone denunciate per adescamenti online in danno di minori. In questo momento di emergenza Sanitaria, legata al coronavirus (Covid-19), in cui tutti siamo costretti a restare in casa, consigliamo di affiancare e non lasciare i nostri figli a navigare in rete tutto il giorno in solitudine”.

Adescamento online e i consigli della Polizia Postale

E’ necessario ricordare che si tratta di situazioni ad altissimo potenziale di rischio. I percorsi di adescamento, anche detto grooming, hanno un’escalation molto variabile in relazione all’età della vittima, alla capacità dialettica del pedofilo, alla disponibilità di mezzi informatici: talvolta occorrono mesi perché la vittima accetti contatti e avances, a volte in mezz’ora si definisce un appuntamento reale.

E’ inoltre importante riportare che i dati dimostrano che sempre più spesso i tentativi di adescamento sono aggravati, nel giro di qualche battuta, da dinamiche di molestia e minaccia: l’abusante minaccia di divulgare immagini e conversazioni intime sul web se il minore non accondiscende alle richieste sessuali dell’adulto.

I livelli di sofferenza e paura possono quindi arrivare velocemente a intensità estreme. L’adescamento è un reato procedibile d’ufficio, cioè un reato che non necessita di una denuncia formale della vittima perché si possa avviare un’attività di polizia giudiziaria tesa ad identificare il presunto abusante (indagine).

In conclusione, questi sono i COMPORTAMENTI VIRTUOSI che è bene mettere in atto per trasformare la rete in un grande potenziale per il futuro dei nostri ragazzi:

1. Parla con i ragazzi

è importante favorire una comunicazione aperta tra genitore e adolescente, spiegando ai ragazzi cosa vuol dire un utilizzo positivo e intelligente dei media digitali, prestando attenzione ai contenuti che vengono pubblicati e/o inviati o ricevuti, ricordando loro che è indispensabile proteggere se stessi e la propria famiglia;

2. Comprendi, impara e controlla

Il genitore dovrebbe monitorare il tempo che il proprio figlio spende su tablet, smartphone e pc, imparando per primo le tecnologie a disposizione per poterle comprendere per quanto è possibile, giocando insieme a lui e condividendo per quanto possibile le attività sui media device;

3. Stabilisci limiti e regole

occorre limitare il tempo di utilizzo di smartphone, tablet e pc durante il giorno o nei fine settimana, stabilendo orari precisi di divieto per esempio durante i pasti, i compiti e le riunioni familiari. Considerare i media come un’opportunità per tutta la famiglia per vedere insieme film o condividere contenuti social o messaggi in chat e video;

4. Dai il buon esempio

come genitore l’esempio è fondamentale, per questo mamme e papà dovrebbero limitare per primi l’utilizzo di smartphone quando si è in famiglia e durante i pasti; è importante inoltre che i genitori scelgano sempre contenuti appropriati e linguaggi adeguati sui social network.

Per maggiori informazioni clicca qui 

Segui la pagina Fb di intreccio.eu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *