Sei Facebook o social dipendete? Scoprilo con il test

cyberbullismo

E’ inutile negarlo; Facebook e i social network hanno trasformato la vita di tutti quanti, in alcuni casi fino a diventare social dipendenti. E gli adulti che additano gli adolescenti spesso non sono da meno nella dipendenza da social. La linea sottile, ad ogni modo, è la consapevolezza.

Gli adolescenti spesso fanno un uso compulsivo dei new media, a volte spasmodico, tanto da riportare gravi conseguenze nella vita reale e sociale.

E tu genitore: “Quante volte ti sei chiesto se Facebook è importante per tuo figlio? “

“Lo usa in maniera corretta o meno?”

facebook genitori alla riscossa

foto Facebook

Per rispondere a queste domande, Giammaria De Paulis (nella foto), presenta un semplice test, che ha come obiettivo quello di aiutarti a capire quanto tuo figlio sia coinvolto da Facebook.

L’autore del libro “Facebook: genitori alla riscossa” consiglia, per procedere al meglio, di parlare prima con il diretto interessato del questionario, di coinvolgerlo come se fosse un gioco, invitando il figlio o la figlia ad essere sinceri e a lasciarli da soli nel momento della compilazione.

Ogni domanda prevede tre risposte alternative

1 = mai 2 = qualche volta 3 = spesso
  1. Quando accedo ad Internet la prima cosa che faccio è andare si Facebook          Ο
  2. Ti senti a disagio se non hai la possibilità di connetterti a Facebook?                     Ο
  3. Ti connetti a Facebook tramite il cellulare?                                                               Ο
  4. Usi Facebook per comunicare con persone che vedi tutti i giorni?                          Ο
  5. Quando sono con i miei amici, uso Facebook?                                                         Ο
  6. Quante volte accedi a Facebook in un giorno?                                                         Ο
  7. Pensi che il numero dei tuoi Amici su Facebook sia ancora basso?                        Ο
  8. Quante volte vai a guardare le foto e le novità pubblicate sui profili dei tuoi amici?  Ο
  9. Appena conosci una personale del mondo reale, le chiedi se è iscritta a FacebookΟ
  10. Rimani colpito quando una persona ti dice che non è iscritta a Facebook?              Ο
  11. Ti senti nervoso o irrequieto se ti proibiscono Facebook?                                         Ο
  12. Ritieni importanti i tuoi contatti su Facebook?                                                             Ο
  13. Con quale frequenza cerchi nuovi contatti da aggiungere su Facebook?                  Ο
  14. Ti capita di togliere tempo allo studio per dedicarlo a Facebook?                              Ο
  15. Con quale frequenza aggiorni il tuo profilo?                                                                Ο

cyberbullismoPer calcolare il punteggio totalizzato, somma il numero presente sotto ogni pallino contrassegnato e scopri a quale profilo appartieni.

cyberbullismo

Valuta il punteggio ottenuto

Se ha totalizzato un punteggio da 1 a 22

Tuo figlio vede Facebook come un passatempo

“Facebook rappresenta per tuo figlio un passatempo. Accede al social saltuariamente e dimostra di saper coltivare le relazioni con i propri pari indipendentemente dallo strumento. Non ritiene che il social network sia fondamentalmente per avere una vita sociale attiva. In conclusione non dedica molto del suo tempo libero a Facebook”.

Se ha totalizzato un punteggio da 23 a 36

Facebook è importante per tuo figlio

“Facebook rappresenta per tuo figlio uno strumento con il quale rimanere in contatto con amici e conoscenti. Frequenta quasi abitualmente il social network e lo ritiene un valido aiuto per relazionarsi con gli altri e conoscere nuove persone”.

Se ha totalizzato un punteggio da 37 a 45

Facebook incide in maniera considerevole nella vita di tuo figlio

“Facebook rappresenta per tuo figlio uno strumento del quale non può fare più a meno. Dedica molto tempo al social, all’aggiornamento del suo profilo e ad informarsi sulle attività dei suoi amici. Facebook ha trasformato il suo modo di intendere le relazioni quotidiane. Usa il social network anche per rimanere in contatto con persone che vede tutti i giorni.  Tenere tuo figlio lontano dallo strumento potrebbe farlo sentire a disagio nei confronti della società che lo circonda”.

Il test, per quanto semplice, potrebbe rivelare un importante verità. Ad ogni modo, sostituendo la parola Facebook, con qualsiasi altro social network, e la parola figlio con qualsiasi componente della famiglia o della cerchia dei coetanei degli amici dei propri figli è possibile scoprire, spesso con sorpresa, quanto i social influenzino la vita di grandi e piccoli.

Facebook: genitori alla riscossa di Giammaria De Paulis, edito da Galaad Edizioni, è una delle migliori guide per i genitori, e non solo, sull’uso e sui rischi del social network più popolare al mondo. Genitori, dunque, leggete e mettetevi al passo con il digital, è l’unica salvezza per non “smarrire i propri figli online”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *