Programma il futuro, Codi-Amo: al via il concorso per tutte le scuole. Scadenza 3 Aprile

programma il futuro

Programma il futuro: educazione allo sviluppo del pensiero computazionale, che va al di là dell’alfabetizzazione digitale; è questo lo scopo del concorso Codi-Amo, bandito dal Miur e rivolto alle classi delle scuole primarie e secondarie di I e II grado statali e paritarie del territorio nazionale ed estero.

Entro il 3 Aprile le classi che intendono aderire all’iniziativa dovranno realizzare gli elaborati, giochi e storie, attraverso il coding, utilizzando l’ambiente di programmazione disponibile sulla piattaforma code.org, e dovranno inserirli all’interno della piattaforma Programma il futuro. E’ possibile scegliere tra due categorie; categoria tecnologica o categoria tradizionale (vedi sotto). Ogni singola classe potrà partecipare con un solo elaborato e dovrà essere coordinata da un docente di riferimento.

Il docente di riferimento dovrà essere un insegnante di scuola statale o partitaria del territorio nazionale o estero iscritto a Programma il Futuro.

L’iniziativa Programma il futuro è inserita nella La Buona Scuola, legge 13 luglio 2015, n. 107, è prevista dal Piano Nazionale Scuola Digitale, e ha l’obiettivo di fornire alle scuole una serie di strumenti semplici per formare gli studenti sui concetti di base dell’informatica attraverso la programmazione coding.

Cosa bisogna fare per partecipare?

Bisogna realizzare un elaborato conforme alla categoria e alla classe. Un insegnante può partecipare al concorso con tutte le classi che vuole, ma una stessa classe può partecipare una volta sola, in una sola delle due categorie. Gli elaborati potranno essere modificati anche successivamente alla prima sottomissione, ma sarà considerata valida per ogni classe solo l’ultima sottomissione effettuata prima della scadenza delle sottomissioni, fissata al 3 aprile 2016.

cyberbullismo

Scarica il regolamento

Leggi le istruzioni per inserire l’elaborato nella piattaforma Programma il futuro

 

Elaborato per la categoria tecnologica

Si tratta di un programma informatico sviluppato utilizzando l’ambiente di programmazione disponibile sulla piattaforma di code.org, secondo il grado di scuola di appartenenza della classe che partecipa:

Scuola Primaria: dovrà essere realizzata una “storia”, usando obbligatoriamente l’ambiente di programmazione disponibile a questi indirizzi:

Classi 1a e 2a: https://studio.code.org/s/course1/stage/16/puzzle/6, che corrisponde all’esericizio 6 della lezione 16 del Corso 1;

Classi 3a, 4a e 5a: https://studio.code.org/s/course3/stage/16/puzzle/6, che corrisponde all’esercizio 6 della lezione 16 del Corso 3;

Scuola Secondaria di I grado: dovrà essere realizzato un “gioco”, usando obbligatoriamente l’ambiente di programmazione disponibile a questo indirizzo:

https://studio.code.org/s/course3/stage/17/puzzle/7, che corrisponde all’esercizio 7 della lezione 17 del Corso 3.

Scuola Secondaria di II grado: dovrà essere realizzato un “elaborato grafico”, usando obbligatoriamente l’ambiente di programmazione disponibile a questo indirizzo:

https://studio.code.org/s/course4/stage/14/puzzle/17, che corrisponde all’esercizio 17 della lezione 14 del Corso 4.

L’elaborato da consegnare per il concorso ha dei limiti che dipendono da diversi parametri, ad esempio: il numero delle istruzioni utilizzate per creare l’elaborato e la loro tipologia. I limiti sono legati alla piattaforma Code.org, in base anche alla scala mondiale del progetto e quindi dovuto alla necessità di offrire la possibilità di condividere i progetti.

“Il rispetto dei vincoli – si legge, inoltre nel sito Programma il futuro – può rappresentare un modo per stimolare la creatività degli studenti a raggiungere gli stessi obiettivi con un minor numero di istruzioni, promuovendo ancor di più l’esercizio del pensiero computazionale”.

Attenzione! Per una migliore gestione del tuo elaborato, sia in caso di creazione che di modifica, fai prima di tutto accesso al sito di fruizione, e solo dopo clicca sul link dell’ambiente di programmazione su cui vuoi lavorare, altrimenti qualsiasi azione compiuta in tale ambiente non verrà salvata. Per gli studenti iscritti con immagine o parola come tipo di accesso è necessario seguire le indicazioni.

Elaborato per la categoria tradizionale

Si tratta di realizzare, per il contesto italiano, un testo, un elaborato grafico o un video, nel senso sia linguistico che culturale, il piano didattico di una lezione. La lezione ha come obiettivo lo svolgimento di attività didattiche della durata complessiva indicativamente compresa fra 30 e 60 minuti e deve essere realizzata scegliendo obbligatoriamente tra alcune tematiche (vedi sotto), secondo il grado di scuola di appartenenza della classe che partecipa. A fianco di ogni tema è presente un riferimento ad una lezione in lingua inglese che può servire come fonte di ispirazione.

Scuola Primaria:

  1. Algoritmo: Lesson 1: Happy Maps, Lesson 6: Real-Life Algorithms: Plant a Seed
  2. Linguaggio di programmazione: Lesson 2: Move It, Move It
  3. Impegno nella risoluzione dei problemi: Lesson 9: Building a Foundation
  4. Ciclo: Lesson 12: Getting Loopy
  5. Privacy: Lesson 17: Going Places Online
  6. Scuola secondaria di I grado:
  7. Algoritmo: Lesson 2: Real-Life Algorithms: Paper Airplanes
  8. Sistema binario: Lesson 14: Binary Bracelets
  9. Evento: Lesson 15: The Big Event
  10. Tracce digitali: Lesson 18: Your Digital Footprint
  11. Scuola secondaria di II grado:
  12. Algoritmo: Lesson 10: Dice Race
  13. Lavoro di gruppo: Lesson 19: Crowdsourcing
  14. Cittadinanza digitale: Lesson 20: Digital Citizenship
  15. Variabile: Lesson 4: Variables in Envelopes
  16. Ciclo con contatore: Lesson 8: For Loop Fun

A valutare gli elaborati sarà una giuria, appositamente formata.

Clicca mi piace nella pagina Facebook di intreccio.eu 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *