Cyberbullismo a scuola, ecco cosa fare. L’Ufficio Scolastico detta istruzioni

cyberbullismo

La programmazione per il prossimo anno scolastico 2016/2017 è stata già definita, anche nei dettagli. Tra le principali azioni da portare avanti, inserite nelle linee d’orientamento dell’Ufficio Scolastico, ci sono i fenomeni legati al web, primo tra tutti il cyberbullismo, seguito da cyberstalking e giochi online.

Continua a leggere

Telefonini in classe, in una direttiva Miur tutte le istruzioni per insegnanti e genitori

telefonini in classe

Insegnanti ripresi con i telefonini durante la lezione e derisi sui social. Sempre più spesso si assistere a scene di questo tipo di cyberbullismo, dove gli alunni si prendono gioco dei professori oppure dei propri compagni. Ma è giusto che gli studenti usino il telefonino in classe? E soprattutto, come possono difendersi i docenti?

Continua a leggere

Palermo, Scuola Borgese XXVII Maggio: Stop al cyberbullismo grazie a Cappuccetto Rosso

cyberbullismo

La scuola secondaria di primo grado Borgese – XXVII Maggio di Palermo dice stop al cyberbullismo e lo fa con il progetto denominato “Cappuccetto Rosso. Come difendersi dal lupo cattivo: il Cyberbullismo”. Protagonisti dell’iniziativa sono tutti gli studenti, ma ad essere coinvolti sono anche i genitori.

Continua a leggere

Scuola, bando da 28 mln per stampanti 3D e robotica. Scadenza aprile [Ecco cosa fare]

scuola

Il Miur lancia un bando da 28 milioni di euro per dotare le scuole statali del I ciclo di istruzione di stampanti e scanner 3D, di kit per la robotica e per la programmazione informatica. I progetti devono essere inviati, esclusivamente on line entro il 27 aprile e l’iniziativa fa parte delle azioni del Piano Nazionale Scuola Digitale.

Continua a leggere

Coding, corso gratis per insegnanti: ancora aperte le iscrizioni. [Nell’articolo tutte le lezioni]

coding

Tanti gli iscritti e tanti ancora gli insegnanti che vorrebbero far parte del corso coding  online sul pensiero computazionale, gratuito, rivolto a tutti i docenti di ogni ordine e grado, anche senza alcun requisito in termini di preparazione informatica o di attrezzature in aula.

Continua a leggere