Fake news, 4 mosse per capire se la notizia è vera

fake news

Non tutto ciò che vediamo online è vero. Ma a volte può essere difficile distinguere tra un fatto realmente avvenuto e la fantasia. Per aiutare a distinguere le fake news dalle notizie vere, il Safer Internet Center (SIC), del Regno Unito, ha messo insieme alcuni suggerimenti rapidi.

I suggerimenti sono rivolti ai giovani, ma anche gli adulti che devono farsi promotori di un utilizzo del web sicuro, ed imparare a distinguere tra le due notizie: la vera e la fake news.

Ad essere finte potrebbero essere anche le immagini.

⇒ Alla fine dell’articolo un link Google permetterà di verificare se le immagini sono vere oppure trasformate

Ecco una serie di domande che bisogna porsi, secondo  il sito britannico, quando si legge una notizia, in modo da evitare di cadere nella trappola della fake news.

  1. Chi ha postato l’articolo?
  2. Quando è stato inviato?
  3. Perché è stato creato?
  4. Cosa sta dicendo?

Chi ha postato l’articolo? Siamo davanti ad una fake news?

Chi è l’autore? In un articolo la prima cosa da fare è individuare la fonte cioè chi o quale organizzazione ci sia dietro un articolo. E dunque, bisogna chiedersi è affidabile? Abbiamo già sentito parlare di loro? Cos’altro hanno pubblicato? Una ricerca molto semplice, anche attraverso Google, permette di scoprire ad esempio se c’è un sito internet di riferimento e quindi controllare la sezione “Chi siamo” sul loro sito web. Se non ne hanno uno puoi chiedere perché. E’ possibile trovare la fonte su altri siti?

Bisogna però controllare se altri siti di notizie o siti web mainstream stanno riferendo la stessa storia. Però attenzione perché se la notizia non dovesse figurare in altri posti, questo non significa necessariamente che sia una fake news. Piuttosto si potrebbe esaminare ulteriormente la notizia.

Generalmente, più notiziari pubblicano una storia, più è probabile che sia vera.

Quando è stato inviato?

A volte le vecchie notizie vengono condivise sui social media, accidentalmente o per far sembrare che qualcosa sia accaduto di recente. Vale sempre la pena, dunque, verificare la data di pubblicazione dell’articolo. Se non c’è data, bisogna verificare su altri siti web per vedere se la stessa storia è stata condivisa.

Oppure basta cercare la didascalia dell’immagine o il titolo con Google per verificare se è apparsa prima.

Perché è stato creato?

Ci sono diversi motivi per cui una fake news potrebbe essere pubblicata (per approfondire l’argomento CLICCA QUI )  . A volte potrebbe essere quello di cambiare le credenze dell’opinione pubblica su qualcosa o di indurre una reazione estrema. A volte lo scopo potrebbe essere quello di fare soldi per ottenere un sacco di persone a cliccare sul link – questi tipi di articoli sono spesso definiti come “clickbait“. Altre volte potrebbe essere perché le persone che pubblicano un articolo, blogger, giornalisti ecc. non hanno controllato i fatti nel modo più appropriato.

Ad ogni modo, non è sempre chiaro perché qualcosa sia stato pubblicato, però quando non si è sicuri bisogna parlarne con un adulto fidato ed esperto.

Cosa sta dicendo?

È facile creare una storia che sembra realistica, ma non è effettivamente vera. Bisogna quindi controlla cosa dice l’articolo – questo è stato riportato altrove? I fatti sono precisi?

Le immagini utilizzate sono realmente di quella storia? Le immagini potrebbero essere state modificate o ritagliate per modificare ciò che si può vedere?

I siti inglesi di controllo dei fattori come www.politifact.com o www.snopes.com consentono di controllare i fatti o le fake news. Inoltre è possibile utilizzare Google Reverse Image Search per controllare un’immagine.

CLICCA MI PIACE NELLA PAGINA FACEBOOK DEL SITO INTRECCIO.EU

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *