Facebook istruzioni d’uso. In un libro il “vademecum per non smarrire i figli online”

facebook

Genitori siete sicuri di parlare la stessa lingua dei vostri figli? Likejacking, shitstorm, sono solo alcuni dei termini, spesso sconosciuti agli adulti, usati invece dai giovani, che Giammaria De Paulis, autore del libro “Facebook: genitori alla riscossa” ha inserito nel glossario.

Il libro, edito da Galaad Edizioni, è un ottima guida, un “vademecum per non smarrire i propri figli online” così lo definisce l’autore, che accompagna i genitori nel mondo di Facebook. Diviso in piccoli capitoli, di semplice lettura grazie anche alle foto e alle illustrazioni, con “Genitori alla riscossa” è possibile imparare ad usare il social network più in voga tra ragazzi ma anche il linguaggio, adesso più che mai di fondamentale importanza per gli adulti e i genitori se vogliono stare al passo con la Generazione Z.

genitori alla riscossa

facebook genitori alla riscossa

foto Facebook

Uno dei punti essenziali per Giammaria De Paulis (nella foto) è la sicurezza su Facebook. All’inizio del libro, infatti, l’autore mette nero su bianco tutti i rischi del web, cyberbullismo per primo, che diventano poi il filo conduttore delle 200 pagine. Per capire meglio di cosa si tratta ecco una parte dell’appendice 5, “Come dialogano tra di loro i giovani per quanto riguarda la rete”.

In questa sezione è possibile trovare alcuni spunti di riflessione dei dialoghi tra genitori e figli.

Esempio 4:

  • Figlio: “Mi è arrivato un messaggio strano da parte di uno sconosciuto”.
  • Madre: “Non rispondere. Lascia perdere!”
  • Figlio: ”Ok” – La madre va via.
  • Figlio: “Sono troppo curioso!”. – Risponde al computer allo sconosciuto: “ci vediamo al parco tra mezz’ora”

 “A volte- si legge- i giovani non ricorrono all’aiuto dei propri genitori perché la problematica in cui incappano implica, a priori, il mancato rispetto di una regola imposta. E’ proprio in questi casi occorre far capire a tuo figlio che alcuni problemi sono ben più gravi di una regola non rispettata”.

Infatti, in questo caso la domanda è: chi potrebbe incontrare il ragazzo una volta arrivato al parco? Ecco il filo sottile che separa la realtà con il virtuale. (fai il test e scopri quanto sei Facebook dipendente)

“L’intento del libro- scrive De Paulis- non è insegnarti a utilizzare Facebook, ma aiutarti a supportare tuo figlio nella corretta navigazione e nell’utilizzo sicuro del social network. Facebook è un social network in continua evoluzione. Ciò significa- continua- che ogni due o tre mesi alcune funzionalità subiscono modifiche. In questo libro troverai gli ultimi aggiornamenti (un’altra versione più aggiornata è già in programmazione), ma se qualcosa dovesse essere leggermente diversa non preoccuparti, il più delle volte si tratta solo di modifiche grafiche o descrittive”.

Clicca qui per acquistare il libro

∗∗Clicca mi piace nella pagina Facebook d’intreccio.eu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *