Dipendenza da Internet e rapporto figli – genitori. Cosa fare? Intervista a Federico Tonioni [video]

Dipendenza da Internet e distacco generazionale sempre più avanzato. Quanto la Rete ha modificato i rapporti tra gli adulti e gli adolescenti? E qual è, in questo momento di totale scollatura, il punto d’incontro tra genitori e figli?

Oggi più che mai si continuano ad additare gli aspetti negativi che la generazione Z ha assorbito da Internet: dipendenza, violenza, intorpidimento da web. E tra i mali, il peggiore ribadito a gran voce, è la rottura del patto generazionale, tra genitori e figli.

Se da un lato, infatti, la tecnologia sortisce un fascino particolare sugli adulti dall’altro è pur sempre un adattamento alle novità con tempi, anche di apprendimento, che spesso non consentono di stare al passo con la stessa tecnologia, con la comunicazione e dunque con il linguaggio, non solo verbale, utilizzato dagli adolescenti e dai preadolescenti. Adattamento che invece non appartiene ai giovani, in quanto fruitori sin dalla nascita di Internet e dei dispositivi.

A fare chiarezza sulla dipendenza da Internet e sullo strappo generazionale è Federico Tonioni, psichiatra e psicoterapeuta, ricercatore dell’Istituto di Psichiatria e Psicologia nella Facoltà di Medicina dell’Università Cattolica del Sacro Cuore.

“La dipendenza da Internet è in aumento – afferma Tonioni- perché è una psicopatologia emergente e perché la tecnologia fa sempre più parte della nostra vita. Internet è un’integrazione tra il mondo reale e quello virtuale”.

Il dottor Tonioni  ha fondato e dirige dal 2009 il primo Ambulatorio in Italia sulla Dipendenza da Internet, divenuto nel 2016 Centro Pediatrico Interdipartimentale per la Psicopatologia da Web, presso la Fondazione Policlinico Gemelli di Roma.

E a proposito degli adulti il professor Tonioni dichiara: “Dobbiamo mettere in discussione i nostri punti di riferimento, cioè le parti in cui abbiamo ritenuto possibile identificarci con i nostri genitori”.

GUARDA IL VIDEO

“La distanza più sana con gli adolescenti non può che essere la fiducia, mai il controllo. Guai a non fidarsi di questa generazione”

COME PUO’ UN GENITORE RECUPERARE IL DIALOGO CON IL PROPRIO FIGLIO?

GUARDA IL VIDEO

CLICCA MI PIACE NELLA PAGINA FACEBOOK D’INTRECCIO.EU 

Condividi anche su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *