Coding, a settembre al via il corso online e gratis. Iscrizioni già aperte

coding

Le iscrizioni sono già aperte e a settembre il corso Coding, denominato rCodeMOOC, prenderà il via. Di cosa si tratta? Semplice, il corso Coding è: online; gratuito; rivolto a tutti gli insegnanti di ogni ordine e grado; diviso in 4 lezioni e riconosciuto dall’Università di Urbino. Unico requisito per poter partecipare è aver concluso CodeMOOC.

alessandro bogliolo

A spiegare le dinamiche del corso Cording è il professore Alessandro Bogliolo (nella foto) che afferma: “Le iscrizioni sono aperte da giovedì 4 agosto. Il corso è rivolto a chi ha già seguito CodeMOOC e vuole aiutare i colleghi ad introdurre il coding nelle loro classi. Ho adottato l’acronimo rCodeMOOC perchè la “r” ne esprime la natura ricorsiva: aiuta i docenti ad aiutare altri docenti ad introdurre il pensiero computazionale”.

Dunque se non avete partecipato al precedente corso non potete iscrivervi. 

Ecco cosa fare per iscriversi al Corso rCodeMooc

 segui le istruzioni 

Clicca qui 

In alto a sinistra troverai il pulsante  ISCRIVITI (come quello qui sotto)

CodeMOOC

Clicca e ti troverai questa finestrella

rCodeMOOC

Nel caso in cui sei già in possesso di email e password puoi già fare il Login se invece non possiedi i dati richiesti allora ti devi iscrivere, compilando semplicemente i campi. Nel momento in cui ti iscrivi ti arriverà un’email di conferma, aprila e clicca sull’url ricevuto, servirà a concludere la registrazione. Se hai perso la password puoi richiederla cliccando su Login.

Non preoccuparti se il primo tentativo di registrazione fallisce. Riprova! Il sistema potrebbe essere affollato.

Quante sono in tutto le lezioni?

“Il corso –spiega Bogliolo- si articola in 4 lezioni, ciascuna delle quali ulteriormente suddivisa in Unità“. “Ogni unità avrà un appuntamento in diretta la cui registrazione sarà disponibile on demand. La modalità è la stessa adottata in CodeMOOC”.

Quanto dura una lezione?

“Il corso si svolgerà tra settembre e gennaio del prossimo anno. Non rendo noto a priori il dettaglio del programma e l’articolazione delle lezioni in unità perché voglio lasciarlo aperto ad adattarsi alle esigenze del gruppo che si costituirà. Anche in questo caso il vero valore aggiunto sarà dato dalla comunità di apprendimento, che si sta costituendo molto rapidamente. Nelle prime 24 ore si sono iscritti più di 500 insegnanti”.

Il corso darà punteggio?

Il corso non è stato concepito pensando al punteggio che avrebbe dato, ma per soddisfare un bisogno formativo e per contribuire ad una campagna di alfabetizzazione funzionale. Del resto i contest in cui la formazione viene riconosciuta sono talmente tanti e soggetti a regole diverse che sarebbe fuorviante attribuire un punteggio al corso”.

coding

“Quello che invece farò- continua il professore- come ho fatto anche per CodeMOOC, è pubblicare la descrizione dettagliata dei criteri di completamento e verificarne personalmente il soddisfacimento per rilasciare i certificati nominali a fine corso. Con questa documentazione qualunque docente potrà far valere quanto fatto nei contesti che riterrà più opportuni. Ovviamente l’Università di Urbino, che offre il corso, è accreditata a fare formazione, come lo sono tutte le università”

La valutazione dell’insegnante avverrà in base a delle prove da superare durante le lezioni?

I criteri di completamento comprenderanno anche lo svolgimento di prove e di compiti assegnati ai partecipanti.

E’ riconosciuto dal Miur?

“Il corso è offerto dall’Università di Urbino, che fa parte del sistema universitario nazionale, che fa capo al MIUR. Intanto tutti i docenti che vogliono avvicinarsi al Coding possono sempre frequentare il corso attivato lo scorso gennaio”.

IMPORTANTE: per avere un contatto diretto con il Prof. Alessandro Bogliolo è possibile iscriversi al canale Telegram di CodeMOOC. Il prof. vi avviserà in tempo reale dell’inizio di un evento o di una novità importante.

E’ sempre valido CodeMOOC, il precedente corso?

“Sì, l’Università di Urbino si è impegnata con la Commissione Europea a mantenere attivo CodeMOOC per almeno altri 2 anni. Il corso può essere seguito on demand in qualsiasi momento”.

Se vuoi iscriverti leggi qui troverai le istruzioni da seguire! ←

→ Se invece volete le risposte alle domande oppure avete problemi ad entrare nella piattaforma clicca qui ←

L’insegnante che sta frequentando lo scorso corso potrà continuare con lo step successivo e fare quest’ultimo?

“Lo scenario ideale- conclude Alessandro Bogliolo – è quello di un istituto nel quale un docente, o un gruppetto di docenti, abbia spontaneamente seguito CodeMOOC e sperimentato il coding nella propria classe. Molti di questi pionieri hanno manifestato l’intenzione di stimolare e aiutare i colleghi a fare altrettanto. Il nuovo corso, rCodeMOOC, è per loro. Valuteremo insieme come offrire supporto a chi intraprende ora il cammino, valuteremo buone pratiche e cercheremo di renderle note e riusabili. Quindi ci sarà un gruppo di docenti che ha già sperimentato il coding che guiderà altri docenti che lo introducono per la prima volta. I primi seguiranno rCodeMOOC, mentre i loro colleghi inizieranno, in parallelo, a seguire CodeMOOC”.

CLICCA MI PIACE NELLA PAGINA FACEBOOK D’INTRECCIO.EU

Intanto insegnanti non dimenticate l’appuntamento di ottobre. Dal 15 al 23 si terrà la settimana dedicata al Coding giunta alla 4° edizione e tutti, scuole in prima linea, sono chiamati a partecipare. In questo caso è già possibile iscrivere il proprio istituto nella sezione “eventi” della CodeWeek.

Vuoi conoscere i docenti referenti CodeWeek di ogni regione? Clicca qui 

coding

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *