Cyberbullismo, reato di diffamazione Web e il tribunale penale territoriale competente

diffamazione

di Dario Coglitore, avvocato del Foro di Palermo

Il cyberbullismo richiama differenti fattispecie criminose che si concretizzano in atteggiamenti e comportamenti volti sostanzialmente a  umiliare la vittima tramite l’utilizzo di strumenti elettronici quali l’e-mail, la messaggeria istantanea, social network,  i siti web e gli smartphone.

Continua a leggere